Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

4 guide virtuali per un mondo migliore…

Potete incontrarle alla mostra "2050 : il pianeta ha bisogno di te" che ha aperto le porte ieri sera alla Rotonda della Besana di Milano (resterà aperta fino al 30 gennaio 2011). Si chiamano Buz, Eco, Tek, Dug. Ognuno di loro sembra rappresentare un elemento astrologico e quindi suggerire un atteggiamento costruttivo per interagire con il pianeta facendo attenzione agli sprechi, gettando un occhio alla sostenibilità. Buz è la ragazzina con le trecce ribelli, rappresenta il rapporto dell'elemento acqua con l'ambiente; ha un atteggiamento nei confronti dell'ecologia sensibile direi globale; Buz è convinta che tutti i cittadini del nostro pianeta debbano avere diritto di godere delle risorse allo stesso modo. Buz ha un rapporto emotivo con la Terra. Eco è il ragazzino con il cappello con la stampa dei continenti del nostro pianeta; lui rappresenta il rapporto dell'elemento fuoco con natura e ambiente. Eco è convinto che la strada da seguire per salvare il pianeta sia legata alla nostra volontà e quindi alla decisione seppur graduale, di ridimensionare i consumi personali. Eco ha un rapporto idealista con madre Terra. Tek è la ragazzina con le strane cuffie sulle orecchie e rappresenta i comportamenti dell'elemento aria nei confronti dell'ecologia. Tek è convinta che risolveremo i problemi odierni del pianeta grazie alla tecnologia, crede che ci aiuterà a razionalizzare l'uso delle risorse a nostra disposizione. Tek ha un rapporto moderno con il nostro pianeta. E poi c'è Dug il ragazzino biondo vestito di azzurro; lui rappresenta il comportamento ecologico dell'elemento terra. Dug è convinto che studiando bene il passato della nostra civiltà si possa capire gli errori e come comportarsi per il futuro;  Dug ha un rapporto conservativo con il nostro pianeta. 

Ognuno di noi si comporta come questi 4 simpatici ragazzi del futuro, perch√© ognuno di noi possiede pianeti dei 4 elementi nell'oroscopo personale. Il messaggio infatti è che nessuno di noi può evitare di occuparsi di questi temi; sembrano dirlo anche le stelle ‚Ķ =) 

2050 : il pianeta ha bisogno di te