marte urano ibridi

Se Marte e Urano diventano ibridi…

A fine agosto 2022 Marte entrerà nel segno dei gemelli e ci resterà per sei mesi mentre Urano sarà nella stessa posizione con Sedna dal 2027. Sta arrivando un’onda che renderà fluida e ibrida ogni cosa. Sei pronto a viverla ?

Marte e Urano sono nella mitologia greca i due profili maschili per eccellenza, Urano è il bisnonno di tutti gli dei un uomo difficile duro e fiero di essere maschio virile, terribile con i suoi figli e con sua moglie Gea ne parlo nel mio Uomini senza Luna. Marte è invece la divinità che rappresenta la forza, la violenza e lo scontro cruento, deve dimostrare a se stesso di essere così in ogni momento della sua vita. Imaginare che questi due principi simbolici possano diventare ibridi e quindi più morbidi e scoprano una parte femminile nel profondo dell’anima sembra impossibile ma credo che potrebbe essere ciò che ci aspetterà nei prossimi tempi.

IL MASCHILE NEL SISTEMA SOLARE
Non è un caso perché il caso non esiste, che i pianeti scoperti negli ulti tempi e intendo dagli anni 2000 in poi, portino il nome di dee di tradizioni mitologiche antiche e forse dimenticate. Tutto questo potrebbe essere stato suggerito dal “senso di colpa” latente degli astronomi per il fatto che il sistema solare, abbia pianeti che portano nomi solo maschili. La dinamica emotiva che ha portato a dimenticare le divinità femminili e a dipingerle di nero, è lo stesso che porta alcuni esseri umani, purtroppo quelli che hanno molto potere su tutti, a sottovalutare il legame che esiste fra noi e il nostro pianeta. Più questo legame viene sottovalutato più ci allontaniamo dalla mentalità di sopravvivenza e più difficile sarà salvare il pianeta, noi stessi e le generazioni a venire.

Se la mentalità patriarcale avesse continuato ad avere la meglio probabilmente avremmo un sistema solare tutto la maschile e le dee sarebbero state sepolte nella nostra anima ma comunque sempre attive nella nostra memoria. E allora credo sia importante continuare a cercare assonanze fra l’evoluzione del nostro pianeta e quella mentale che sembra condizionare anche i nostri comportamenti. Ricordando che i simboli della dea sono sempre vivi dentro di noi anche nell’anima di coloro che pensano di non ricordare chi sia stata.

Come spiegato in un recente articolo sul mio blog personale, Urano è il principio della luce e dell’energia primaria dato che è la divinità nata per prima da Gea madre Terra; in questo momento si trova nel segno del toro che per una perfetta sincronia simbolica, è il segno legato da sempre a madre natura e al verde in senso lato. La transizione ecologica della quale si parla molto è quindi in perfetta sincronia al cielo ma si tratta proprio di una passaggio perché il cielo dice già che dobbiamo guardare oltre, verso un altro orizzonte, oltre a questo passaggio.

URANO GEMELLI E L’IBRIDO
Osservando il movimento dei pianeti lenti e lentissimi, il punto di arrivo di questo percorso non è il segno toro ma quello dei gemelli. Nel 2026 saturnie Nettuno si abbracceranno all’inizio dello zodiaco mentre nel 2027 Urano all’inizio dei gemelli abbraccerà Sedna nella stessa posizione e al contempo faranno un aspetto di sestile (60°) con Nettuno in ariete. Potrebbe essere questo il momento nel quale capiremo di essere usciti dalla gabbia dei comportamenti sbagliati che sfruttano il pianeta, per entrare forse in comportamenti che iniziano a rispettarlo ma intendiamoci è possibile che saremo costretti a farlo.

I gemelli è il segno che rappresenta la via di mezzo, l’alto e il basso, il cielo e la terra al contempo, è guidato dai Dioscuri i due fratelli gemelli che vivevano uno sulla terra e uno in cielo. Ermes è la divinità guida di questo segno ed è padre di Ermafrodito l’essere perfetto che aveva caratteristiche fisiche sia maschili che femminili al contempo. Era ibrido e di questa parola sentiamo già parlare moltissimo, molti di noi guidano macchine con motore ibrido oppure fruiscono di servizi ibridi ovvero a metà fra il negozio fisico e online, anche molti ragazz* di oggi sono fluid* non si riconoscono in un solo genere, per questo molti paesi hanno già adottato la X sui documenti o il passaporto per definire questa doppia appartenenza di genere. Il punto di arrivo della trasformazione attuale, non sarà quindi l’ibrido come lo viviamo adesso ovvero come un’opzione, probabilmente sarà una realtà che toccherà molti campi e rivoluzionerà tutti i settori.

La passione per i simboli mi porta a fare qualche ipotesi.
– Inutile fare Cassandra ma credo tutti dobbiamo essere consapevoli di ciò che sta accadendo dentro e fiori di noi. La trasformazione sarà profonda ma lenta e un anticipo di ciò che potrebbe accadere, il condizionale è d’obbligo, potrà arrivare davanti ai nostri occhi con esperienze tematiche e direzioni a partire dalla fine di agosto 22 per sei mesi con Marte nel segno dei gemelli.

– Come dicevo il segno del toro rappresenterebbe l’energia verde e le rinnovabili ma è possibile che qualcuno stia pensando, a torto, che non siano sufficienti per il nostro fabbisogno energetico anche se invece sarebbero utilissime ad abbassare le emissioni e a migliorare la sostenibilità. Se l’energia verde fosse stata la soluzione saremmo più avanti nel rendere efficiente e verde il nostro sistema energetico e invece Urano è già al 15° grado del toro, la metà del segno e pare che questo percorso, almeno in Italia, sia ancora in alto mare per mille ragioni e alcune fra queste politiche.

– Il toro è il segno da sempre legato al denaro, agli investimenti e agli immobili, è legato alla finanza e non a caso, il toro è il simbolo della Borsa che guadagna. Sta cambiando qualcosa di sostanziale in questo campo, il denaro sta diventando sempre più elettronico (aria) e le monete alternative come il bitcoin stanno prendendo sempre più piede; ma c’è di più, molti colossi high tech (come Facebook, Amazon, Apple) stano creando le loro monete. Che sia questa una strada che giungerà stabilmente con Urano in gemelli ?

– Per un gioco di simboli che evito di raccontare perché risulterei annoiante, la combinazione sopra descritta fra Urano Sedna e Nettuno si scarica sul segno scorpione, uno dei punti più oscuri del zodiaco. Per questa ragione dobbiamo stare all’erta e non sottovalutare i segnali che giungono dal pianeta perché è altamente probabile che dovremo correre ai ripari prima che sia troppo tardi. Lo scorpione è la rigenerazione quindi il riciclo e questa sarà una strada inevitabile per continuare a sopravvivere ma è anche il segno dei rifiuti che non possono diventare nient’altro che inquinamento. Un occhio particolare dovrà essere dato all’acqua che dovrà essere trattata per tornare potabile.

HAI CREATO LA TUA BASE ?
Un’ultima osservazione potrebbe essere questa, immaginate che il negli ultimi 10 anni anche grazie al passaggio di Plutone capricorno (terra) ognuno di noi abbia creato un base solida sulla quale costruire ciò che desidera. Nel 22 ma anche nel 23 Plutone capricorno sta facendo un aspetto di trigono con Sedna alla fin del toro, questa base sta per essere terminata, verrà messa alla prova a partire dal 2026 e 27 quando i pianeti cambieranno vibrazione simbolica e saranno di nuovo nei segni maschili aria e fuoco. La base che avrai costruito dovrà essere solida perché da quel momento ogni cosa inizierò a muoversi e non sarà più come l’hai immaginata. Plutone già dal prossimo anno inizierà a passare in acquario e poi come detto arriveranno gli altri passaggi decisivi di Urano e Sedna. Sarà una prova piuttosto dura da accettare se sei fiori dal flusso simbolico se hai preso decisioni seguendo solo la volontà personale e senza rispettare le direzioni globali. Un momento di grande evoluzione interiore del quale parlerò ancora molte altre volte.

Buona osservazione !
Matteo

  • Roberto Valente |

    Interessante articolo non deludi mai @matteopavesi

  Post Precedente